Viabilità quartiere San Marco

EDIT 2014: Un piccolo salto nel tempo. Avevo immaginato più o meno nel 2008 come si sarebbe potuto variare in meglio la viabilità all’ingresso del paese di San Marco alla luce delle voci che parlavano della demolizione dell’ex negozio di ceramiche e la realizzazione di un terminal degli autobus.
Nell’immagine 1 si vede come all’epoca esistesse un grande spiazzo in cui terminavano le corse degli autobus, i quali erano costretti a compiere pericolose manovre tagliando la strada ai veicoli che a loro volta sopraggiungevano da una pericolosa curva cieca.
Purtroppo la realizzazione del nuovo terminal + rotatoria non ha risolto tutti i problemi, resta (a mio avviso) un’opera “monca”, per non dire proprio sbagliata.

CRITICITA’

  1. La curva in prossimità dell’Ufficio Postale, del Bar e della Tabaccheria, molto pericolosa per chi sopraggiunge in entrambi i sensi di marcia, aggravata dalla presenza dell’edificio all’interno della curva stessa che di fatto la rende “cieca”.
  2. Sempre lungo la curva, l’uscita a raso dai parcheggi delle attività commerciali.
  3. L’incrocio con la strada che scende dal centro abitato di San Marco, che obbliga chi sopraggiunge da Cenerente a fermarsi in mezzo alla strada per svoltare a sinistra proprio al centro della curva cieca.
  4. Gli autobus che per terminare la loro corsa sono costretti a girare nello spiazzo tagliando la strada agli altri mezzi in senso contrario.

SOLUZIONE PROPOSTA

  1. Creazione di una bretella che assecondi la viabilità esistente e conseguente realizzazione di una rotatoria.
  2. La vecchia viabilità viene riconvertita a strada senza uscita e parcheggio per le attività commerciali.
  3. Al posto dell’edificio demolito adiacente l’ufficio postale (ex negozio di ceramiche), realizzazione del terminal degli autobus.

BENEFICI

  1. Il traffico passante sulla direttrice Elce/Cenerente non percorre più il tratto della curva pericolosa.
  2. Tolto il traffico di scorrimento dalle prossimità dell’edificio scolastico.
  3. I veicoli provenienti o diretti al centro abitato di San Marco arrivano direttamente alla rotatoria senza percorrere incroci.
  4. Parcheggio esterno alla viabilità principale a disposizione delle attività commerciali.
  5. Terminal degli autobus in prossimità delle attività commerciali e a pochi passi dalla scuola elementare e dal paese stesso.

Autore dell'articolo: cesarinik

Classe 1985, perugino, appassionato di un numero imprecisato di cose: dall'informatica alla letteratura; dalla musica, sia ascoltata che suonata (male) al cinema; dalla cultura locale, al teatro, alla politica. Nel 2008 partorisce quella che tuttora - forse - è la sua idea migliore (il che è tutto dire), ovvero Wikidonca, il primo dizionario dialettale online d'Italia. Attore teatrale amatoriale (cane maledetto!), ha scritto diverse sceneggiature che sono state però poi lette solo da lui. È co-autore del "Corzo di Perugino", spettacolo semiserio di lingua e cultura locale che conta diverse decine di date in zona Perugia e dintorni. Appassionato di birre e vini, pensava di avere un problema con l'alcol, finché non si è reso conto che fosse l'alcol ad avere grossi problemi con lui. Vanta (con chi?) diverse comparsate su quotidiani, radio locali e nazionali, per fortuna livellate dalla sporadicità di quelle televisive. Dicono di lui: "Scontroso e irascibile spadaccino dal lunghissimo naso, scrittore e poeta in bolletta dall'irresistibile vitalità. Leggendaria la sua abilità con la spada, almeno quanto la sua passione per la poesia e per i giochi di parole, con i quali ama mettere in ridicolo i suoi nemici, sempre più numerosi grazie al suo carattere poco incline al compromesso e al suo disprezzo verso potenti e prepotenti..." ah, no scusate, questo era Cyrano.