Viabilità zona industriale Ponte Felcino

VEDI ANCHE: Viabilità innesto centro abitato Ponte Felcino

La zona in questione è molto trafficata sia come innesto principale verso il centro città dalla zona nord (Ponte Felcino, Ponte Pattoli, Ramazzano, Bosco, Casa del Diavolo, ecc.), sia per la presenza di un’estesa zona industriale con diversi mezzi pesanti che percorrono la direttrice, in aggiunta alla presenza dell’impianto di Ponte Rio di GESENU che vede giornalmente diversi mezzi muoversi lungo Strada della Molinella.

CRITICITA’

  1. Attualmente l’innesto alla strada principale, se si proviene dalla zona industriale di Ponte Felcino/Ponte Valleceppi o dal centro abitato di Ponte Felcino si svolge solamente con svolta continua a destra, obbligando i primi a svoltare obbligatoriamente in direzione superstrada E45, mentre i secondi in direzione Ponte Rio. Per poter accedere all’opposto senso di marcia è necessario compiere un lungo giro (circa 2km) lungo via Val di Rocco, allungando di non poco il tragitto. La stessa manovra va compiuta da eventuali mezzi pesanti, attraversando uno dei due sottopassaggio posti alle estremità.
  2. Il lungo rettifilo porta ad aumentare la velocità di transito degli automobilisti creando situazioni di pericolo per coloro che si immettono.

SOLUZIONE

Creazione di una rotatoria che accorpi la viabilità principale (Strada della molinella) con quella secondaria (Via Val di Rocco) in un unico flusso di traffico.
Via Val di Rocco, negli ultimi tratti in prossimità della rotatoria, diventa a senso unico permettendo l’accesso a tutte le attività commerciali che vi sono situate e non ostacolando la funzione della rotatoria stessa.

BENEFICI

  1. Il problema di immissione nel senso opposto viene risolto permettendo anche di attraversare direttamente la viabilità preesistente sull’asse Nord-Sud.
  2. La presenza di una grande rotatoria al centro del rettifilo spezza la corsa dei veicoli rendendo più sicura la zona.

Autore dell'articolo: Riccardo

Classe 1985, perugino, appassionato di un numero imprecisato di cose: dall'informatica alla letteratura; dalla musica, sia ascoltata che suonata (male), al cinema, dalla cultura locale, al teatro, alla politica. Impiegato di giorno, webdesigner e grafico di notte, nel 2008 partorisce quella che tutt'ora - forse - è la sua idea migliore (il che è tutto dire), ovvero Wikidonca, il primo dizionario dialettale online d'Italia. Attore teatrale amatoriale (cane maledetto!), ha scritto diverse sceneggiature che sono state però poi lette solo da lui. È collaboratore e co-autore del "Corzo di Perugino", spettacolo semiserio di lingua e cultura locale ideato da Diego Mencaroni che dal 2008 ha conteggiato centinaia di date nella provincia di Perugia. Appassionato di birre e vini, pensava di avere un problema con l'alcol, finché non si è reso conto che in realtà è l'alcol ad avere grossi problemi con lui. Vanta (con chi?) diverse comparsate su quotidiani, radio locali e nazionali, per fortuna livellate dalla sporadicità di quelle televisive. Dicono di lui: "Scontroso e irascibile spadaccino dal lunghissimo naso, scrittore in bolletta dall'irresistibile vitalità. Leggendaria la sua abilità con la spada, almeno quanto la sua passione per la poesia e per i giochi di parole, con i quali ama mettere in ridicolo i suoi nemici, sempre più numerosi grazie al suo carattere poco incline al compromesso e al suo disprezzo verso potenti e prepotenti..." ah, no scusate, questo era Cyrano di Rostand.

2 commenti su “Viabilità zona industriale Ponte Felcino

    Gianluca

    (18 Agosto 2017 - 01:23)

    Trovo l’idea di buon auspicio

    Gianluca

    (18 Agosto 2017 - 01:25)

    Certamente interessante,credo valido il progetto

I commenti sono chiusi